domenica 19 gennaio 2014

Brioche o puff ...



Un po' di nostalgia dei vecchi amici di blog, mi porta a curiosare in cucine d'altri ... oltralpe poi, per me, e' sempre meglio. Quindi capito o meglio clicco qui ed e' subito voglia di impasti briosciati che mi fanno tornare alla mente la ricetta delle sorelle Simili, sperimentate da tempo e che spero mi ridiano la stessa soddisfazione.



Visto che devo "esibirmi" il prossimo sabato ecco la suggestione giusta: preparero' delle brioches ovviamente salate e sfogliate come Dio comanda ... spero!
Cosi' dopo un venerdi' luuuunghissssimo mi chiudo in cucina alla ricerca di relax! E la magia si compie , come spesso succede, grammo dopo grammo, un ingrediente dopo l'altro che trasforma sotto le mie mani la solitudine di ogni componente nello splendido impasto dell'unione!


La ricetta e' quella basica per i panini semidolci delle Sorelle Simili, si puo' rileggere qui

Arrivati alla fine della prima lievitazione occorre preparare con 70g di burro freddo, un bel foglio quadrato !
COME FARE?
Appoggio il  burro freddo di frigo su un foglio di carta forno e lo ricopro con un altro foglio.
Batto con il mattarello per appiattire e spiano poi con il mattarello stesso.
Stendo a due cm. di spessore l'impasto e comincio I GIRI come farei per la sfoglia classica: chiudo a libro l'impasto lievitato sopra il foglio di burro, ricopro con la pellicola o la stessa carta forno e la ripongo in frigo per 20'.
Trascorsi i primi venti minuti stendo con il mattarello l'impasto e ripiego a libro ... ripeto i passaggi per tre volte con l'intervallo di 20' tra un giro e l'altro!
Terminata la ripiegatura stendo definitivamente l'impasto non troppo sottile a rettangolo e lo farcisco con pomodori secchi sott'olio, prosciutto cotto e mozzarella sottile.
Arrotolo e taglio a tranci di tre/quattro cm.
Nel frattempo ho imburrato ed infarinato degli stampi troncoconici ma andrebbero bene anche ad anello, pongo in ognuno un tronchetto di impasto e lascio di nuovo lievitare fino a che l'impasto e' graziosamente "fuoriuscito" dagli stampi.
A questo punto, passo in forno caldo e ventilato a 200°C per circa 30' / 40' o fino a che i "puff "
sono ben coloriti!
Il profumo che si spande per la cucina mi porta a chiudere velocemente la porta.
Sono le 03,30 ...
 il nuovo giorno e' ancora lontano ... 
non vorrei scatenare cattivi pensieri ... 
a chi sta, giustamente, dormendo.
Ma per pranzo fioccano gli apprezzamenti: riscaldati un attimo in forno questi "puff" accompagnano dell'ottimo foie gras, irrinunciabile per il richiamo alla ricetta nel post scatenante!



Anche il cestino e' venuto niente male!

Bon Appetit!

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei molto felice di leggere cosa ne pensate, i vostri commenti e impressioni,suggerimenti e idee.
Grazie!