domenica 20 maggio 2012

Maggio, mese delle Rose


... non per comporre un profumato bouquet per feste diverse, piu' o meno sentite ... 
Per approfondire la coniugazione del nostro splendido prosciutto con il Re dei formaggi, il Parmigiano e nasconderlo in una carne d'eccezione: il filetto di manzo.
Esperienza incredibile in quanto a serenita' e sicurezza nel curare , accarezzare, arrotolare questa carne tenerissima che quasi si sfalda sotto le mie dita.
Un'esperienza che comincia dall'acquisto dello spago per legarla e si dipana nelle parole di raccomandazione con l'amico macellaio che me la deve aprire a libro...
Scelgo il vino che ne accompagni la cottura, le verdure per il fondo bruno.
Discuto sul contenitore che le deve abbracciare e il fuoco che le deve cuocere.
E' Betty che mi suggerisce un'ottima idea: mettere la casseruola sulla griglia di ghisa  per ottenere un calore diffuso ed omogeno! Idea geniale che mi consente di seguire la cottura dei filetti e di rigirarli pian piano, mentre rosolano tranquillamente trasudando i loro umori ed assorbendo i sali che il vino emana evaporando.
Non vogliono molta cottura, li ripongo a riposare in frigo dopo essersi lentamente raffreddati in attesa di essere accomodati nei piatti singoli.
E' trepidando che taglio il filetto sperando che compaia 
la "ROSA"






Cosi' pian piano affetto questo tenero involucro che, come uno scrigno, racchiude il Crudo e il Parmigiano, signori delle nostre tavole. Non mi rimane che preparare la crema che accompagnera' le fette: aglio, cipolla, carota, sedano diventano con il tenero umore una sottile crema. La trasformo con la panna fresca in un sottile velluto che accompagni il tenero boccone e ... via, a tavola!


Bon Appetit!

Ooops ... la ricetta!
INGREDIENTI per circa una ventina di persone

2 kg di filetto di manzo
200 gr di Crudo di Parma affettato
250 gr di Parmigiano Reggiano affettato sottile
una testa d'eglio, una cipolla, un gambo di sedano, una carota
un bicchiere di Marsala
mezza bottiglia di Lambrusco 
sale ed olio extravergine d'oliva

300 gr di panna fresca

CHE FARE:
mi sono fatta aprire la carne a libro e l'ho fatta battere leggermente con il batticarne.
Sovrappongo  le fette di Crudo e  a seguire il Parmigiano Reggiano tagliato con l'affettatrice.
Avvolgo strettamente la carne e la lego con lo spago.
Massaggio il rotolo ottenuto con sale e aromi quindi la passo nella farina rigirandola per bene.
Faccio scaldare in una casseruola adeguata alla grandezza del pezzo l'olio con lo spicchio d'aglio e le verdure.
Appoggio la carne e la rigiro in modo che si rosoli bene su tutti i lati.
Verso il bicchiere di Marsala e lascio sfumare.
Verso il Lambrusco e lascio sobbollire pian piano.
Dopo una mezz'oretta l'arrosto e' pronto. Lascio raffreddare per poter affettare con maggior facilita' il rotolo ottenuto.
Passo al cutter fine fine il fondo bruno che mi e' rimasto dalla cottura del filetto, aggiungo la panna fresca e faccio sobbollire per una mezz'ora in modo che il sugo si addensi in una cremina morbida.
Scaldati i piatti di portata accomodo un cucchiaio di crema, sovrappongo una fetta di arrotolato che velo con un altro cucchiaio di cremina ... eccolo pronto da gustare!


Nessun commento:

Posta un commento

Sarei molto felice di leggere cosa ne pensate, i vostri commenti e impressioni,suggerimenti e idee.
Grazie!