mercoledì 16 marzo 2016

CRUMBLE DI MELE E UVETTA PASSOLINA o briciole di bonta'


E non se ne puo' piu' di mele ... mele ... e poi mele!
Ma nell'attesa che la bella stagione ci delizi con frutta più accattivante e appetitosa,
facciamoci sto "crumble"

Il crumble è un tipico dolce inglese, la parola deriva da to crumble e cioè sbriciolare, infatti crumble significa briciola. Proprio questa è la particolarità di questo dolce, è composta da tante briciole di pasta frolla.
La storia di questo dolce parte dal periodo della Seconda Guerra Mondiale, quando le razioni di cibo, anche in Gran Bretagna, scarseggiavano e trovare gli ingredienti per fare delle torte era un lusso che non tutti potevano permettersi, anche se si trattava solo di zucchero, burro e farina.
Partiamo dal verbo to crumble, che vuol dire per l’appunto sbriciolare. Proprio la mancanza di ingredienti diede il suggerimento ai cuochi e alle cuoche inglesi di sbriciolare quanto avevano in casa per creare per l’appunto un crumble. Sotto questo strato poi vennero inserite le mele e il gioco era fatto.
Con il tempo questo dessert è diventato uno dei più famosi al mondo e la sua ricetta è stata girata e rigirata tanto che oggi non si fa più solo con le mele, ma con le pere, il rabarbaro e il lampone, solo per citare alcuni tra gli ingredienti più famosi.  Si tratta di un dolce tipico dolce autunnale quando le mele sono pronte e mature sugli alberi.


INGREDIENTI:
750 g di mele
140 g zucchero di canna
120 g burro
120 g farina 00
50 g uvetta
cannella in polvere

CHE FARE:
metto a bagno l'uvetta secca (hoscelto di usare quella a varieta' bianca e grande, spagnola purtroppo nella fattispecie ... ), lascio intiepidire il burro.
Sbuccio e detorsolo le mele riducendole a dadi e le faccio sbollentare qualche minuto in padella antiaderente, giusto per renderle piu' morbide.
Le dispongo poi nella teglia di porcellana pesante che posso passare direttamente dal forno alla tavola!
Unisco l'uvetta sciacquata e strizzata.
Cospargo la frutta con due cucchiaiate di zucchero.
Nel frattempo mescolo nella planetaria lo zucchero, i 120 g rimasti, con il burro, la farina ed un bel pizzicone di cannella ricavando dei bricioloni con i quali ricopro le mele e l'uvetta.
Passo nel forno, già a 210° C per circa 20'.

La cucina si riempie di un profumo da alta pasticceria e, servito tiepido, il crumble è una leccornia!
Da noi non ha superato le 24 ore di durata, è stato spazzolato via ...

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei molto felice di leggere cosa ne pensate, i vostri commenti e impressioni,suggerimenti e idee.
Grazie!