giovedì 14 novembre 2013

Brioches sfogliate e torta belga "la fiamminga" delle sorelle Simili:ricetta base


Cicli e ricicli in cucina! 
Soprattutto quando il freddo fuori ricomincia, la voglia di piatti coccolosi impazza e la pigrizia la fa da padrona sul tempo a disposizione! 
Rieccomi in cucina, complice il cubetto di lievito, che mi grida la data di scadenza e allora ... via con le sorelle Simili ed il loro imperdibile impasto per i panini semidolci, il tipo piu' morbido, e le briochine!


il pan brioche


e
new entry:
 LA FIAMMINGA!


ECCOLI ... DOPO LA COTTURA!






Ricetta base delle SORELLE SIMILI!
Profumati hanno il grande pregio di poter essere conservati nel congelatore, al tuo servizio, alla bisogna (li ho preparati in vista del pranzo della prox settimana!). Quando ho un pomeriggio o una mattina scarichi, sono la mia occupazione preferita: impasto il lievitino e lascio trascorrere il tempo necessario alla lievitazione dedicandomi a tutte le altre faccende! Una bella lavorata per l'impasto finale, i 10 / 15 minuti dedicati al piacevolissimo impasto, mi gratificano poi con la loro occhiatura regolare del pane che cresce nel forno. Magia bianca la chiamano e per me e' una sorpresa che segue la suspence, ancora ogni volta!

IL LIEVITINO:
330 g farina di forza (per me la MANITOBA)
150g di acqua a T°A
5 g lievito di birra
impasto il tutto, copro a campana e lascio lievitare fino a che non raddoppia

IMPASTO:
670 g di farina di forza
250 g di acqua
150 g di burro
50 g di strutto
100 g di zucchero
15 g di sale
CHE FARE:
riunisco tutti gli ingredienti nell'ordine nella planetaria.
Aggiungo il lievitino e lascio lievitare per almeno un'ora.
Mescolo tutti gli altri ingredienti nella planetaria.
Completata la lievitazione del "lievitino" lo mescolo all'impasto principale. Riavvio la planetaria per amalgamare entrambi gli impasti.
Tolgo dalla planetaria e lavoro a mano energicamente per 10 /12 minuti.
Lascio lievitare per 40/45 minuti coperto a campagna
Procedo poi a seconda di quello che voglio ottenere:
PER LE BRIOCHES: stendo l'impasto prima dell'ultima lievitazione ed aggiungo a 425 g di impasto 35 g di burro freddo, battuto con il mattarello in una sfoglia sottile. Pongo nel centro dell'impasto il burro steso e chiudo a libro con i tre giri per la sfoglia. Pongo in frigo per 30'.
Stendo poi in una striscia da 1 cm che ritaglio a triangoli isosceli.
Arrotolo ogni triangolo a partire dalla base e pongo sulla leccarda rivestita di carta da forno, con la punta all'ingiu'!
Lascio lievitare ancora finche' le brioches hanno raddoppiato il loro volume.
Cuocio in forno a 180°C fino a cottura, per circa 15/ 20 minuti.
Ottime a colazione, come rompidigiuno e, scaldate e farcite, come aperibuffet!!!!!!


TORTA BELGA "LA FIAMMINGA"
425 g di impasto gia' lievitato
100 g zucchero di canna a cristalli fini
40 g di burro
CHE FARE.
stendo la pasta su una teglietta (20 cm diametro) ricoperta di carta forno leggermente inumidita. Con un dito scavo fossette regolari nelle quali deposito pezzettini di burro. Cospargo abbondantemente tutta la superficie con zucchero di canna. Cuocio in forno a 220°C per 15/16 minuti poi appena la torta e' cotta la tolgo dalla teglietta e la pongo sulla gratella ad asciugare.
E' una merenda d'eccezione sana e dolce quel tanto che basta per renderla gradita!!!!


Per la cottura del panbrioche utilizzo uno stampo di silicone (musichiere) e lascio a lievitare fino a quando lo stampo e' riempito.
Lo cuocio in forno caldo a 220°C per circa mezz'ora. Tolgo poi il pan brioche dallo stampo e finisco la sua cottura in forno spento per altri 15'.
Buonissimo in accompagnamento con salumi e carpacci!!!!

Bon Appetit!

PS.ringrazio questa amica per i bannerini autunnali


2 commenti:

  1. CHE FARE:
    riunisco tutti gli ingredienti nell'ordine nella planetaria.
    Aggiungo il lievitino e lascio lievitare per almeno un'ora.
    Mescolo tutti gli altri ingredienti nella planetaria.
    Completata la lievitazione del "lievitino" lo mescolo all'impasto principale. Riavvio la planetaria per amalgamare entrambi gli impasti.


    cosa intendi?

    RispondiElimina
  2. Intendo dire: dopo aver preparato il "lievitino" a parte ed averlo lasciato lievitare per circa 30' , unisco nella planetaria la farina con il burro e lo strutto, aggiungo zucchero + sale e mentre è in funzione la planetaria aggiungo gradualmente l'acqua.
    Ottenuto un impasto di media grossezza unisco nella planetaria anche il lievitino ormai pronto. Riavvio la planetaria in modo che i due impasti si mescolino a dovere diventando una massa uniforme per colore e consistenza.
    Spero di esserti stata utile

    RispondiElimina

Sarei molto felice di leggere cosa ne pensate, i vostri commenti e impressioni,suggerimenti e idee.
Grazie!