sabato 3 marzo 2012

Mezzelune perfette a merenda




Mmmmh! Che profumino in cucina … nonostante il piacere salato oggi partiamo da una base dolce per i “croissants”. Secondo la tradizione queste “lune crescenti” (questo infatti e’ il significato del termine in francese) hanno un significato nella storia: sono nate nel 1683 per celebrare il fallito assedio di Vienna ordito dai turchi ottomani. Inoltre la loro forma fa venire subito in mente la “Mezzaluna Fertile” delle bandiere ottomane: quel territorio compreso tra Golfo Persico,Turchia, Nilo e Mediterraneo culla dei primi quadri di civilta’ Mesopotamiche ed egiziana … reminescenze didattiche, pardon ;-)
Tornando alle nostre briochine home made sono irresistibili dolci ma, a mio gusto, sono risultate ottime in questa versione salata. Perfette per un buffet, per una merenda e, come vi racconto piu’ sotto, golose per i bambini nella loro forma occasionale a “barchetta” … risultano particolarmente maneggevoli e comode come finger food!

INGREDIENTI
400 gr di farina Manitoba
50 gr di acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero
1 cubetto di lievito di birra
70 gr di zucchero di canna integrale
50 gr di latte intero
3 uova intere
130 gr di burro morbido a T° A.
1 albume
CHE FARE:
Sciolgo il lievito nell’acqua tiepida in cui ho mescolato 1 cucchiaino di zucchero di canna e lascio riposare per circa 10’. Pongo nell’impastatrice la farina,lo zucchero, il sale, il latte e le uova. Impasto lentamente con la frusta a gancio. Aggiungo il lievito sciolto e continuo a mescolare aggiungendo il burro. Ottenuto un impasto ben amalgamato, lo trasferisco in una ciotola e continuo la lavorazione a mano per rendere l’impasto liscio e sodo.
Pongo a lievitare in una ciotola a campana per circa un’ora.
Riprendo l’impasto e lo stendo sul piano di lavoro ben infarinato.
A questo punto comincio a lavorare la sfoglia che ho tirato come per preparare la pasta sfoglia cioe’ con i classici “3 giri”: piego la pasta in tre e la ristendo con il mattarello. Tra un giro e l’altro copro l’impasto e lo lascio fuori frigo, in luogo tiepido. Chiudo addirittura la porta della cucina per mantenere il teporino!!!!!
Trascorso tutto il tempo necessario (intanto si possono preparare le farciture che si preferiscono!) stendo l’impasto un’ultima volta a rettangolo.
Taglio i rettangoli in diagonale con una rotella dentata, ottenendo i triangoli necessari.
Distribuisco sul lato corto le farciture preparate e avvolgo i triangoli su se stessi partendo dalla farcitura che rimane all’interno.
Fodero le leccarde del forno con carta forno o stuoini di silicone e vi dispongo sopra i croissants ben distanziati. Sistemo le leccarde in forno con la lampadina accesa e li lascio ancora lievitare per altri 30’/40’.
Li spennello infine con l’albume sbattuto e li cuocio in forno caldo (statico) a 200° C per circa 12’/15’.
UNA PICCOLA ASTUZIA ;-)
Appoggiare la briochina con la puntina in sotto, a contatto con la carta forno e rigirare sopra solo dopo una decina di minuti!!!!! Altrimenti la mezzaluna si trasforma in una “barchetta” con vela triangolare … spiegata!



 Cio’ avviene per effetto della lievitazione che continuando provoca l’alzata della punta verso l’alto, dispiegando una magnifica vela. L’effetto puo’ essere molto gradevole per una festa tra bambini che potranno anche far a gara per indovinare la farcitura: dolce … salata … formaggio … wurstel …
Bon Appetit!

Nessun commento:

Posta un commento

Sarei molto felice di leggere cosa ne pensate, i vostri commenti e impressioni,suggerimenti e idee.
Grazie!