venerdì 26 novembre 2010

Invito a "casa" d'altri per un contest sfizioso

Ho ricevuto un invito, un invito "virtuale" a casa d'altri, su tavole in scherni a cristalli liquidi ... L'invito a partecipare ad un concorso tra bloggers, per ricette di cucina che prevedano l’ uso del cioccolato tra gli ingredienti.

Blog di Cucina ed i cioccolatieri artigiani Fratelli Gardini sono gli organizzatori


Poiche', a differenza delle raccolte tradizionali, i piatti presentati questa volta non devono essere dolci, bensì salati (un antipasto, un primo o un secondo), come tutti sanno ;-) il massimo per me!
Si, una raccolta di ricette, che pero' si trasforma in  un vero e proprio Contest, in un’ occasione per creare e proporre qualcosa di innovativo nel panorama gastronomico italiano.
Un piccola sfida, chiamiamola così! Potevo lasciarmela scappare????
L’ ultima data utile per partecipare è il 24 dicembre 2010
Al termine della raccolta la giuria composta da Sonia Peronaci, Chef di Giallo Zafferano ed i Fratelli Gardini giudicheranno i piatti in base a tre criteri di valutazione: qualità, originalità, presentazione.
I Fratelli Gardini si impegnano a premiare le tre ricette vincitrici (una per categoria) con una pregiata collezione dei loro prodotti.
Come ulteriore premio le ricette verranno pubblicate in un ricettario tradizionale cartaceo di “Gardini – L’ Artigiano” attualmente in fase di progettazione.
Un po' di sana competizione e di vanita', diventano per me stimolanti! Inoltre e' un invito a nozze per me che non amo i dolci ma sono intrigata da tutto cio' che e' finger food, nuovo e di " sperimentazione. Non posso partecipare che con le mie
P E P I T E 
di
P A R MI G I A N O    R E G G I A N O

Siiiiiiii, le famose pepite che mi hanno fatto meritare il 
LEGGENDARIO MAGNUM FRANCIACORTA DI QUADRA! 



Gia' proposte in occasione di "cioccola ... ti ... amo" nelle sue diverse edizioni, dei "Giovedi' Rosa", sulla tavola delle feste dello scorso Natale, una piacevole sorpresa di gusto e profumo, scioglievole in bocca e gradevole sorpresa per il palato!
Non bisogna farsi bloccare dal temperaggio del cioccolato che (a leggerlo) sembra un procedimento un po' farraginoso e complesso ma ... ricompensa le attenzioni, con un cioccolato lucido e persistente!

Ecco qui la ricetta:
INGREDIENTI:
200 gr di cioccolato al 70% di cacao della vostra marca preferita
300 gr di Parmigiano Reggiano, un buon 30 mesi!

e'indispensabile l'uso di un termometro da cucina!!!

PREPARAZIONE:

Ridurre il cioccolato in pezzi o scaglie e farlo sciogliere mescolandolo con un cucchiaio di legno. Procedere al temperaggio del cioccolato facendolo sciogliere a bagnomaria; toglierlo dal bagnomaria caldo e far raffreddare il cioccolato nel pentolino, senza farlo rapprendere e portandolo ad una temperatura di circa 26°: io lo avvolgo con quei ghiacci sintetici per evitare che anche una sola goccia d'acqua lo faccia "impazzire". Misurare con frequenza usando il termometro da cucina (almeno le prime volte!), per non far scendere troppo la temperatura. Raggiunta la temperatura di 26° rimettere il pentolino nel bagnomaria caldo e riportare il cioccolato  ad una temperatura di 29°/31°.
A questo punto il cioccolato e' pronto.
Spezzare il parmigiano in bocconcini con la lama a mandorla; infilzare il bocconcino con una forchettina dal lungo gambo o con uno steccone, immergerlo nel cioccolato temperato perche' se ne avvolga e quindi appoggiare il bocconcino, la PEPITA, su carta forno. Procedere in modo identico anche con tutti gli altri bocconcini, farli passare in frigo per far solidificare bene il cioccolato, almeno un paio d'ore.
Sono quindi pronti per la tavola: io li propongo come sfiziosissimi finger food prima di un pranzo importante o come appetizer per degustare degnamente le bollicine: nostre ovviamente!

2 commenti:

  1. Ciao Laura... sono arrivata a te da Blog di cucina. Che buone le tue pepite di parmigiano e cioccolato, un vero sfizio. Slurp :)
    Ne approfitto, già che passo, per invitarti alla mia raccolta Madeleines mon amour.
    Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
  2. devono essere davvero buone e particolari..quasi quasi le faccio x le feste natalizie..lascerò tutti a bocca a aperta!ops nn ho il termometro..cacchio

    RispondiElimina

Sarei molto felice di leggere cosa ne pensate, i vostri commenti e impressioni,suggerimenti e idee.
Grazie!