giovedì 19 agosto 2010

PIZZINO n° 3: jelu i' muluni

E per concludere una magnidfica serata, un po' di dolcezza non guasta:
GELO D'ANGURIA o per meglio dire alla siciliana
JELU 'I MULUNI ;-)
che Silvana ci serve con i fiori di gelsomino raccolti in giardino!!!

Ingredienti per 8 persone:


1,5 kg di polpa di anguria
150 g di zucchero
100 g amido di frumento
30 g di cioccolato fondente tagliato a dadini piccolissimi
2 cm cannella in corteccia
cannella in polvere
40 fiori di gelsomino (se non ci sono, pazienza, dove vado a trovarli qui???)
qualche foglia di menta (fortuna!!! Questa ce l'ho sul balcone)

Preparazione:
Liberare l'anguria dai semi e colarla schiacciandola su un colino. Mettere il liquido ottenuto in una pentola assieme allo zucchero, la cannella in corteccia, 30 fiori di gelsomino (se ci sono) e l'amido di frumento che va incorporato poco a poco mescolando bene con la frusta. Mettere il tutto sul fuoco, far raggiungere il bollore lentamente e sempre mescolando. Appena il composto si addensa, versarlo in piccoli stampi da budino monoporzione bagnati, vanno bene anche quelli di stagnola usa-e-getta adatti anche per il crème caramel o in un frigoverre basso. Lasciar raffreddare in frigo per almeno tre ore. Al momento di servire, staccare il gelo dalle pareti degli stampini aiutandosi con la punta di un coltello e capovolgere su piattini da dessert. Guarnire con i tocchetti di cioccolato amaro, la cannella in polvere, le foglie di menta e i fiori di gelsomino rimasti.






Uno splendido modo per sciacquare la bocca (se ce ne fosse bisogno!) e concludere la cena con qualcosa di dolce ma non stucchevole ... Silvana mi sottolinea che, la quantita' di zucchero da utilizzare dipende moltissimo dalla dolcezza dell'anguria, in base alla qualita' della sua polpa ... regolarsi di conseguenza!
Come prescrive la tradizione palermitana, per ottenere poi una gelatina limpida, bisogna filtrare il succo dell'anguria e lasciar decantare la parte solida per almeno 2 ore ... Raccolgo altre "suggestioni" da Il Grande Dizionario Enciclopedico de La Cucina Italiana: 
"... per jelu si intende un dolce freddo a base di succo di frutta o di infuso. Famosa specialita' palermitana e' il gelo di melone, "Jelu i muluni", preparato in occasione del Ferragosto e della Festa di Santa Rosalia, i primi di settembre.
Altre preparazioni simili sono a base di succo di limone, di latte di mandorla o di infusi di gelsomino, di caffe', di carrube o di cannella.
Tutti vengono serviti su un letto di foglie di limone o di vite e decorati con fiori di gelsomino." 


La mattina ci accoglie con un sole splendido: e' ora di andare alla volta di Trapani e cominciare la nostra avventura nel trapanese!
Il tempo di un abbraccio, riordiniamo tutti gli appunti, le dritte, i consigli ed i suggerimenti che Franco e Silvana vogliono regalarci e poi ... via!!!


1 commento:

  1. Anonimo18.9.10

    Che sciccheria questa anguria comunque e un modo nuovo di gustare questa delizia che nella sua semplicità (fresca e matura) è buonissima. Ciao e baci Franca

    RispondiElimina

Sarei molto felice di leggere cosa ne pensate, i vostri commenti e impressioni,suggerimenti e idee.
Grazie!