giovedì 3 giugno 2010

TUTTO ROSE!

Una Rosa al mese

Dopo aver fatto una magnifica esperienza multisensoriale, con LE ROSE, nella Rocca di Fontanellato, mi sono incuriosita ed ho dato una sbirciatina al sito de "IL MUSEO DELLA ROSA ANTICA" (http://www.museoraseantiche.it/ )...chiedevo ovviamente la loro partecipazione,scopo conoscenza (ah ah ahhhh)!alla nostra notte rosa.Ma...lavorano solo con istituzioni:musei, comuni, biblioteche...ed ancora non lo sono diventata per cui ...ciccia(peccato)...Mi sono pero' iscritta alla loro news ed eccomi arrivare i loro aggiornamenti via mail.E cosa ci trovo??????Giusto giusto delle ricettine con le rose che, ovviamente mi propongo di scopiazzare immediatamente per la notte rosa, solo per noi, accanite lavoratrici sotto i gazebo mentre la festa impazzera' per le contrade del borgo!!!
Le rose in cucina vantano una tradizione millenaria.

Da sempre l'uomo per nutrirsi utilizza i fiori delle rose, le sue bacche e le sue foglie, come dimostrano ritrovamenti fossili e ricette scritte circa duemila anni fa.
I fiori per il piacere del loro profumo, le bacche per l'alto contenuto di vitamine e di antiossidanti, le foglie per preparare infusi dai diversi aromi.
Prima ricettina golosa golosa per la nostra notte rosa:

Formaggi misti alle Rose
Una veloce ricetta proprio adatta alla nostra serata!
Servite diverse tipologie di formaggi, come ad esempio Parmigiano Reggiano a scaglie, Emmenthal a striscioline, spicchi di pecorino, tocchetti di camembert, insieme alla confettura di bacche di Rosa Canina.
Inoltre ci viene presentata una raccolta selezionata di ricette con le rose, aperta al contributo di tutti coloro che desiderano condividere con gli appassionati il loro sapere culinario.
Il sito pubblica le ricette che vorrete inviare all'indirizzo:
info@museoroseantiche.it

THE ALLA REINE DES VIOLETTES
La rosa ‘Reine des Violettes’ prodotta da Millet-Malet nel 1860, appartiene al gruppo ornamentale delle ibride perpetue. I fiori sono di colore viola vellutato e tenero. Ha un ottimo profumo e fiorisce di continuo.
Ingredienti:
• 2-3 cucchiai di petali essiccati
• 100 gr. di the biondo
Si mescolano i petali essiccati al the, si conserva il prodotto in un contenitore a chiusura ermetica.
Si prepara il the come d’uso e se lo preferite caldo si serve senza latte né limone.
Per farne una bibita fresca estiva, si aggiunge un po’ di radice di zenzero grattugiata, si raffredda e si serve.
Sia caldo che freddo è un ottimo accompagnamento ai dolci.
Domani pomeriggio parto immediatamente alla ricerca, anche se non proprio di questa rosa identica...di petali!SIIIIII!!!!!

BAVARESE ALLA ROSA CHAPEAU DE NAPOLEON
La rosa 'Chapeau De Napoléon' (Vibert, 1826) Intensamente profumata, ha i fiori grandi e pieni, di un rosa carico messo in risalto dalla muscosità dei sepali a forma di tricorno.
Ingredienti x 4 persone
• 100 g di petali di rose rosse
• 4 dl di panna,
• 150 g di zucchero
• 3 uova
• 4 fogli di colla di pesce
• acqua di rose
• petali di rosa canditi *
Pulire delicatamente i petali, eliminare la parte bianca terminale e tagliarli a julienne.
Metterli in 1/2 litro di acqua e farli bollire per 10 minuti. Quindi aggiungere metà della panna e lo zucchero e continuare a cuocere lentamente per 2 minuti.
Ammorbidire la colla di pesce. Nel frattempo sbattere i tuorli in una terrina, versarvi 2 cucchiai del composto caldo di panna, quindi amalgamare tutto al composto di panna, aggiungere la colla di pesce dopo averla strizzata e mescolare.
Montare la panna rimasta e amalgamarla delicatamente al composto.
Bagnare uno stampo con l’acqua di rose diluita con poca acqua, versare il composto e metterlo in frigorifero per almeno 4 ore. Sformare e decorare con i petali canditi.
* Per candire i petali
1. Sciogliere in pentolino a fuoco vivace 60 g di gomma arabica (si compra in farmacia) in 300 ml di acqua di rose bollente.
2. Lasciar raffreddare lo sciroppo.
3. Con delle pinzette immergere il petalo nello sciroppo e scuoterlo dolcemente, per rimuoverne l’eccesso di liquido.
4. Rotolare i petali nello zucchero e disporli su carta oleata ad asciugare.
5. Conservarli in un contenitore ermetico foderato con carta oleata.


ROSE AL FORNO
Ingredienti per quattro persone:
• 8 rose sane quattro bianche e quattro rosse
• 16 cucchiai di zucchero
• biscottini secchi a piacere
Lavare delicatamente le rose facendo attenzione a conservarne la forma e nello stesso tempo che tra i petali non vi siano ospiti indesiderati. Disporle su una teglia allineate, cospargerle abbondantemente di zucchero e distribuirne un po’ tra i petali.
Mettere in forno a 150 gradi per otto dieci minuti. Trasferite su un piatto di portata decorando con i piccoli biscotti secchi.

Cosa ne dite???Mi va di provare e voi avrete voglia di fare da cavie???
Ovviamente le foto sono rimandate dopo la sperimentazione!Se ce la faro' e, mi sembra che siano semplici semplici, sara' una bella sorpresa e il giusto coronamento di una serata tutta
ROSA!

2 commenti:

  1. Anonimo4.6.10

    Ciao LAURA,mi piace il nuovo assetto.Amo i fiori e particolarmente le rose.Io e Angelo abbiamo preparato il nostro primo ed unico liquore alle rose circa 31 anni orsono. Al primo assaggio era veramente poco speciale...,ma lo abbiamo inceralaccato e degustato dopo circa 25 anni...INCREDIBILE,IL TEMPO lo aveva reso eccezionale. purtroppo però noi avevamo perso la ricetta e quindi non te la posso passare. Sarò io ad approfittare delle tue scoperte.Per ora grazie e mille auguri di Buon Comleanno. enrica angelo sara simona.

    RispondiElimina
  2. NOOOOO, Enrica, devi ASSOLUTAMENTE RECUPERAREEEEEE la ricetta del liquore di ROSE.Io nel bar ho scoperto un rosolio datato anno 2000...provero' a trasformarlo, dopo averlo assaggiato.Baci e auguri anche a te!

    RispondiElimina

Sarei molto felice di leggere cosa ne pensate, i vostri commenti e impressioni,suggerimenti e idee.
Grazie!